Fiano
Fiano conosciuto anche con il nome di Latino e Apiano, risale all'epoca Romana. Le origini del nome secondo alcuni deriva da Apianus (ape) per la dolcezza dei suoi acini, graditi alle api o molto più probabilmente deriva da Apia, ora Lapia, località dell'avellinese. La sua presenza in Puglia risale a tempi remoti, infatti il Fiano è già presente...
Fiano conosciuto anche con il nome di Latino e Apiano, risale all'epoca Romana. Le origini del nome secondo alcuni deriva da Apianus (ape) per la dolcezza dei suoi acini, graditi alle api o molto più probabilmente deriva da Apia, ora Lapia, località dell'avellinese. La sua presenza in Puglia risale a tempi remoti, infatti il Fiano è già presente alla mensa dell'Imperatore Federico II di Svevia (soprannominato il Puer Apuliae ovvero fanciullo di Puglia), in particolare su una pergamena datata 28 marzo 1240 dove viene ordinato al cuoco, all'arrivo a Foggia del Sovrano, di portare altro vino Fiano. 
Si tratta di un vitigno di media precocità, buona vigoria e grande adattabilità alle condizioni ambientali. Di grappolo medio-picolo a forma piramidale, alato e compatto, presenta acini piccoli di colore giallo-verde che mostrano macchie marroni in maturazione. Dopo la Fillossera, questa varietà era quasi scomparsa dalla Puglia per dar spazio a cultivar più produttive e da taglio ma, con il ritorno alla qualità, sta vivendo una vera e propria rinascita e, da Nord a Sud della regione, aumentano costantemente i vigneti impiantati a Fiano.
Mostra di più

Fiano  Ci sono 6 prodotti.

Castello Monaci

2018

Dalla leggenda di Acanto, una ninfa greca trasformata in fiore per aver rifiutato l’amore di Apollo.
Un fiano in purezza fermentato in acciaio, a bassa temperatura, per una quindicina di giorni per preservare le caratteristiche aromatiche e lasciato poi affinare sui propri lieviti per arricchire le note minerali e la sapidità. E’ un vino equilibrato che si manifesta al naso con intensi profumi di frutta e miele ed un gusto fresco e vivace, con un finale morbido di nocciola tostata. Servito ben fresco è ideale per antipasti insalate di mare, risotti, crostacei, pesce alla griglia e formaggi freschi.

Mostra di più

Cantele

Disponibile in Aprile

Colore: I riflessi verdi sul fondo paglierino preavvisano il nerbo della freschezza e della tenacità di questo vino.

Naso: Il fruttato delle drupe e dell’esotico è intervallato dal delicato floreale, fino al fresco erbaceo.

Palato: Il vino ripropone in  bocca il frutto e il fiore; la spiccata acidità prolunga le sensazioni gustative, conferendogli una notevole persistenza. L’equilibrio gustativo tra freschezza e morbidezza rende questo vino particolarmente dosato nelle sue componenti, concedendo al palato una gratificazione in termini di bilanciamento, lunghezza e complessità.

Abbinamento: Vino molto versatile, abbinabile ad una cucina marinara, anche elaborata, così come a primi e secondi piatti della tradizione salentino a base di verdura. Da sperimentare inoltre, su formaggi freschi e leggermente stagionati.

Servire a: 11° C.

Mostra di più

Schola Sarmenti

2017

Raccolta e vinificazione: Uve raccolte a mano e delicatamente riposte in piccole cassette areate per preservarne l’integrità. In cantina sono poi ulteriormente selezionate su di un moderno tavolo di cernita.
Gusto: Il sorso fresco con accenti di note minerali  che sfumano in un finale sapido con una buona persistenza e un finale dal gusto nobile, armonico ed equilibrato.






Mostra di più

Tormaresca

2015

Selezione proveniente dalla nostra Tenuta Maìme a San Pietro Vernotico (BR)
L’annata è stata per il Salento la più fredda e piovosa degli ultimi 10 anni. Il decorso anomalo si è maggiormente avvertito nel periodo tardo-primaverile ed estivo, determinando sul fiano un ritardo di circa 10 giorni sulle fasi fenologiche (dalla fioritura alla maturazione).
In questo contesto meteorologico difficile, sono state fondamentali le attenzioni che riserviamo ai nostri vigneti e la tempestività delle operazioni agronomiche. La vocazione del fiano per il nostro terroir, il buon equilibrio vegeto-produttivo e la minore produzione hanno consentito di raccogliere il 13 settembre uve particolarmente saporite, con acidità e fragranza più sostenute del solito.

Mostra di più

Polvanera

2015

Colore giallo paglierino, con riflessi verdolini. Profumi intensi e fini di bergamotto,banana, pescanoce, camomilla e biancospino su fondo muschiato. Bocca delicatamente aromatica e di bello spessore, percorsa da gustosa vena fresco-sapida; finale persistente e di ottima corrispondenza.

Mostra di più

Cantele

2013

Colore: Dorato brillante con sfumature luminose e solari.

Naso: Molto intenso come fosse un alveare ricco dei profumi di fiori e della frutta. Miele d’acacia e di corbezzolo. Fiori di arancio e bergamotto.

Palato: Composto da innumerevoli sensazioni morbide e suadenti, con ottimo equilibrio nella componente fresca e aromatica. La dolcezza del passaggio gustativo “nel ricordo dei baci che non si è osato dare…”.

Abbinamento: Pasticceria classica con creme e pasta di mandorle. Formaggi caratterizzati dal gusto piccante ed introverso.

Servire a: 14° C.

Mostra di più

Visualizzazione di 1 - 6 di 6 articoli

Chiamaci:

 

 (+39)3290525283

Newsletter

Iscriviti per offerte, aggiornamenti e notizie