Aiace Salice Salentino Riserva DOC

Castello Monaci

2016

Aggiungi alla lista dei desideri

Personaggio omerico, Aiace Telamonio, figlio di Telamone è il «Grande Aiace». Re di Salamina, partecipa alla guerra di Troia segnalandosi ripetutamente, tra gli eroi greci, per la propria forza e il grande valore. Forte, grande, molto bello, è calmo e padrone di se stesso.

Per visualizzare il prezzo e procedere all'acquisto è necessaria la registrazione. SalentoInCantina regala un "Bonus di Benvenuto" del 5% a tutti i nuovi clienti!

Bonus di Benvenuto  Entra o Registrati

Poco lontano dalla città di Lecce e dal mare, sulla strada per Taranto, alle porte di Salice Salentino, ulivi secolari e rigogliosi vigneti circondano Castello Monaci . Il lungo corridoio che lega la strada statale al castello è una linea che attraversa la tenuta, una meridiana, che divide i vigneti e apre le porte alla moderna cantina. Qui serpeggia il sole che inonda la terra di luce e crea forme uniche, come i frutti a cui da origine. Castello Monaci. Disegnati dal sole.
Personaggio omerico, Aiace Telamonio, figlio di Telamone è il «Grande Aiace». Re di Salamina, partecipa alla guerra di Troia segnalandosi ripetutamente, tra gli eroi greci, per la propria forza ed il grande valore. Forte, grande, molto bello, è calmo e padrone di se stesso.

Annata 2011: L’andamento climatico dell’anna ta 2011 si è caratterizzato da precipitazioni molto abbondanti durante il periodo autunnale (come solitamente accade nei climi del sud) e un inverno rigido soprattutto nel mese di febbraio. Durante il periodo primaverile c’è stata una quasi assenza di precipitazioni che ha perdurato per tutto il periodo estivo durante il quale si sono registrate temperature molto elevate fuori dalla norma avendo così un anticipo della vendemmia, iniziata la prima decade di agosto con le uve a bacca bianca, settembre per i primitivi, fine settembre per negroamaro e malvasia nera di Lecce.

Le uve: 80% negroamaro, 20% malvasia nera di Lecce.

Il vigneto: vigne coltivate su terreni calcareo-argilloso-silicei profondi ed asciutti; la resa media è di 80 quintali di uva per ettaro

La vinificazione: è ottenuto da un uvaggio di negroamaro e malvasia nera di Lecce raccolte nella terza decade di settembre e nelle primissime ore del mattino, sono state vinificate in fermentini di acciaio inox a temperatura controllata, con due settimane di macerazione e rimontaggi giornalieri. A malolattica ultimata, il vino matura per 12 mesi in barriques di 1° e 2° passaggio prima di essere messo in botte grande per altri 12 mesi. Riposa poi 6 mesi in bottiglia in ambiente climatizzato.

Il vino: vino ben strutturato fine ed elegante, dal colore rosso profondo, profumi complessi, ricco di corpo, gusto caldo e armonico, dal finale persistente.

Dati analitici: alcol 16,50 %; acidità totale 6,50 g/l; pH 3,60; zuccheri 6 g/l; estratto 35 g/l
 
Conservazione ottimale: 5-6 anni in bottiglie coricate al fresco e al buio.

Abbinamenti gastronomici: Carni rosse arrostite o in umido, agnello, capretto, formaggi stagionati.

Temperatura di servizio: 16-18°C.
ColtivazioneVigne coltivate su terreni calcareo-argilloso-silicei profondi ed asciutti
Varietà uve utilizzate80% negroamaro, 20% malvasia nera di Lecce
VendemmiaRaccolte nella terza decade di settembre e nelle primissime ore del mattino
VinificazioneIl vino matura per 12 mesi in barriques di 1° e 2° passaggio prima di essere messo in botte grande per altri 12 mesi.
AffinamentoRiposa poi 6 mesi in bottiglia in ambiente climatizzato
ColoreColore rosso profondo
Gradazione alcolicaAlcol 16,50 %

Potrebbero anche interessarti

Chiamaci:

 

 (+39)3290525283

Newsletter

Iscriviti per offerte, aggiornamenti e notizie