Artas Primitivo Salento IGT

Castello Monaci

2015

Aggiungi alla lista dei desideri

Artas, principe messapico che, nel 413 a.C. in nome di un antico trattato di amicizia tra Messapia e Atene, fornì 150 lanciatori di giavellotto per supportare la spedizione ateniese in Sicilia, nella cosiddetta guerra del Peloponneso tra Sparta ed Atene.

Per visualizzare il prezzo e procedere all'acquisto è necessaria la registrazione. SalentoInCantina regala un "Bonus di Benvenuto" del 5% a tutti i nuovi clienti!

Bonus di Benvenuto  Entra o Registrati

Poco lontano dalla città di Lecce e dal mare, sulla strada per Taranto, alle porte di Salice Salentino, ulivi secolari e rigogliosi vigneti circondano Castello Monaci. Il lungo corridoio che lega la strada statale al castello è una linea che attraversa la tenuta, una meridiana, che divide i vigneti e apre le porte alla moderna cantina. Qui serpeggia il sole che inonda la terra di luce e crea forme un iche, come i frutti a cui da origine. Castello Monaci. Disegnati dal sole.

Artas principe messapi co che nel 413 a.C. in nome di un antico trattato di amicizia tra Messapia e Atene, fornì 150 lanciatori di giavellotto per supportare la spedizione ateniese in Sicilia, nella cosiddetta guerra del Peloponneso tra Sparta ed Atene. I Messapi, erano gli abitanti della parte meridionale della Puglia, riconosciuti con il nome di Salentini. Si pensa che il nome significhi “popolo tra due mari” perché si erano stabiliti nella zona a sud della Puglia, tra il Mar Adriatico e quello Ionico.

Annata 2012: l’andamento climatico dell’annata 2012 si è caratterizzato da precipitazioni molto abbondanti durante il periodo autunnale (come solitamente accade nei climi del sud) e un inverno rigido soprattutto nel mese di febbraio. La primavera è stata accompagnata da precipitazioni abbondanti, dando una forte vigoria alle pianta durante la ripresa vegetativa e quindi una più abbondante produzione in vigna. L’estate secca e soleggiata ha prodotto una vendemmia molto buona, con delle uve ricche nel contenuto zuccherino.

Le uve: 100% Primitivo Il vigneto: è caratterizzato da un terreno profondo ed asciutto con presenza di roccia calcarea tufacea fessurata. Il sistema di allevamento è ad alberello con circa 5000 ceppi per ettaro ed una resa di 60 q.li/ha.

La vinificazione e l’affinamento: le uve sono state raccolte a mano nelle prime ore del mattino, nei caldi ed assolati vigneti attorno alla cantina di Castello Monaci. Nella cantina il prodotto appena pigiato viene subito raffreddato e mantenuto freddo per alcuni giorni allo scopo di preservare tutte le caratteristiche intrinseche del primitivo. La vinificazione, con una macerazione di circa 15 giorni, si caratterizza per un utilizzo sapiente di rimontaggi frequenti, ma non invasivi e per un abile utilizzo di giochi di temperature: il tutto conferisce al vino una struttura elegante ed allo stesso tempo moderna. Il prodotto, dopo la fermentazione malolattica è rimasto a maturare circa 6 mesi in piccole botti di legno di rovere e 6 mesi in botti grandi. Segue poi un affinamento di ulteriori 6 mesi in vetro.

Il vino: Artas ha colore rosso rubino brillante ed intenso; profumo ben pronunciato, complesso ed etereo, con spiccati sentori di frutti di bosco in perfetta armonia con note balsamiche dolci ed aroma di caffè tostato. Il sapore è pieno, caldo, morbido, molto avvolgente, con tannini dolci ed eleganti. Chiude con un piacevole fondo di frutta rossa.

Dati analitici: alcol 16,50 %; acidità totale 7.0 g/l; pH 3,60; zuccheri 9.5 g/l; estratto 40 g/l.

Conservazione ottimale: 5-6 anni in bottiglie coricate al fresco e al buio.

Abbinamenti gastronomici: arrosti di carni rosse, selvaggina, formaggi caprini e di media stagionatura.

Temperatura di servizio: 18°C.
ColtivazioneIl sistema di allevamento è ad alberello con circa 5000 ceppi per ettaro ed una resa di 60 q.li/ha.
Varietà uve utilizzate100% Primitivo
VendemmiaLe uve sono state raccolte a mano nelle prime ore del mattino, nei caldi ed assolati vigneti attorno alla cantina di Castello Monaci
VinificazioneIl prodotto, dopo la fermentazione malolattica è rimasto a maturare circa 6 mesi in piccole botti di legno di rovere e 6 mesi in botti grandi
AffinamentoEgue poi un affinamento di ulteriori 6 mesi in vetro
ColoreColore rosso rubino brillante ed intenso
Gradazione alcolicaAlcol 16,50 %

Potrebbero anche interessarti

Chiamaci:

 

 (+39)3290525283

Newsletter

Iscriviti per offerte, aggiornamenti e notizie